SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

M5S, Bene Comune e Pd uniti per la mozione sugli orti urbani pubblici

2' di lettura
509

orti comunali

Lunedì 14 gennaio, i Consiglieri Comunali Hadar Omiccioli di Fano 5 Stelle, Luciano Benini di Bene Comune e Francesco Torriani del Partito Democratico hanno presentato una mozione sugli orti urbani pubblici.

MOZIONE n° 1 del 2013

Oggetto: Orti urbani pubblici

premesso che:

- l’attuale crisi economica spesso non consente a molte famiglie di arrivare alla fine del mese;

- negli ultimi anni è nata e cresciuta sempre più una tendenza a riscoprire sapori e stili vita legati ad un passato, in cui il rapporto con la natura e con la terra erano molto più stretti e saldi di oggi;

- molti cittadini, giovani, famiglie si avvicinano sempre di più all’agricoltura ed alla coltivazione di un piccolo appezzamento di terra, e sempre più effettuando la coltivazione biologica, facendo sì che l’Italia sia al primo posto in Europa come superficie coltivata a biologico con il 18.7% del terreno agricolo complessivo (dati dall’ultimo convegno degli Stati Generali della Green Economy, intitolato “Proposte di sviluppo della Green Economy per contribuire a far uscire l’Italia dalla crisi” e svoltosi alla Fiera Ecomondo 2012), sottolineando anche che l’agricoltura biologica, tra le altre cose, riducendo l’utilizzo di fertilizzanti chimici e fitofarmaci, migliora la qualità dell’acqua e limita i consumi idrici, con evidenti benefici per tutta la popolazione;

- l'Amministrazione Comunale è proprietaria di diversi terreni agricoli, e dopo aver dato la possibilità a giovani agricoltori di prendere in affitto alcuni terreni di proprietà comunale;

impegna il Sindaco e la Giunta nel più breve tempo possibile a:

- individuare dei terreni agricoli da destinare ad orti urbani pubblici in modo da favorire ed avvicinare a questa pratica oltre agli anziani, anche altri soggetti desiderosi di intraprendere questa attività oltre che per necessità anche per riscoprire un rapporto con la natura che sembra oramai perso, assegnando i terreni individuati in comodato gratuito a chi effettuerà coltivazioni biologiche, in particolare a giovani coppie, disoccupati, cassintegrati, lavoratori in mobilità, o persone prive di stabile occupazione.



orti comunali

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2013 alle 13:20 sul giornale del 16 gennaio 2013 - 509 letture