SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Dai disabili del CTL San Lazzaro confezioni colorate con messaggi di pace

3' di lettura
252

“Dai ragazzi e dalle ragazze con disabilità che frequentano il CTL San Lazzaro una varietà di colori ed emozioni per un bel messaggio di pace e speranza a tutta la nostra comunità”, così ha commentato l’assessore al Welfare di Comunità Dimitri Tinti alla consegna dei materiali realizzato dagli ospiti del centro diurno comunale alla bottega alimentare Hortus di Fano.

Da diversi anni infatti al Centro Diurno “Centro Tempo Libero San Lazzaro” viene affidata la decorazione di alcune confezioni utilizzate dal negozio per gli acquisti dei propri clienti. “Questa collaborazione è nata un po’ per caso e quasi per gioco, da un’idea avuta tempo fa di coinvolgere le persone disabili del centro diurno in piccole attività pratiche con le quali sentirsi valorizzati - sottolinea il titolare Alejandro Lucertini - e grazie a loro questi prodotti hanno avuto inaspettatamente un riconoscimento molto positivo”.

All’interno del centro, dove gli ospiti vengono coinvolti in laboratori sperimentando attività pratiche in un contesto protetto, vengono decorate le scatole e i sacchetti di carta con materiali diversi, immagini e applicazioni che ne caratterizzano la stagionalità e il prodotto venduto.

L’attività di laboratorio si sviluppa attraverso sequenze operative ben definite e permette una graduale acquisizione di abilità motorie, percettive, cognitive ed estetiche offrendo costantemente stimoli per affrontare nuovi apprendimenti - racconta a nome di tutto il personale la coordinatrice del centro Belinda Mastrogiacomo - il coinvolgimento in attività socializzanti è alla base del rapporto che lega il centro diurno a Hortus in un’ottica di integrazione per sviluppare al massimo le potenzialità di ogni ospite.

Questo progetto, anche grazie alla collaborazione di una realtà commerciale come Hortus, evidenzia l’importanza dell’interazione del centro diurno con la comunità territoriale e con altri attori della vita sociale - conclude Tinti - il ‘CTL San Lazzaro’ vuole sempre più caratterizzarsi come un ambiente culturalmente aperto che favorisce le relazioni e l’operatività inclusiva ed integrata delle persone disabili che lo frequentano”.

—----

Il C.T.L. San Lazzaro è un Centro diurno socio educativo riabilitativo (CSER), rivolto a persone adulte che hanno adempiuto l'obbligo scolastico in condizione di disabilità, psico-fisica e sensoriale, con compromissione delle autonomie funzionali, e per i quali non è prevedibile un percorso di inserimento lavorativo o formativo. È un servizio comunale a ciclo diurno e accoglie anche soggetti autistici, per i quali è attivo uno specifico progetto regionale.

La gestione è affidata alla AssCoop Società Cooperativa Sociale di Ancona e attualmente ospita 23 persone.

Per ogni ragazzo/a viene elaborato un Progetto Educativo Individualizzato (PEI), strumento che permette di focalizzare l’intervento sull’individuazione, lo sviluppo e il mantenimento delle capacità e dell’autonomia e sulla realizzazione di programmi che favoriscano l’inclusione sia all’interno che all’esterno, attraverso una presa in carico globale e condivisa dai diversi operatori e soggetti coinvolti nel progetto stesso.

Tale percorso va reso congruente con il Progetto di Vita, intendendo l’autonomia in senso ampio come condizione che contempla anche la moltiplicazione di rapporti e legami, contribuendo così a creare una storia personale nonostante le limitazioni dovute alla disabilità





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-05-2022 alle 16:51 sul giornale del 12 maggio 2022 - 252 letture