SEI IN > VIVERE FANO > CRONACA
articolo

Comprava sigarette elettroniche dalla Cina per rivenderle ai compagni: studente 18enne nei guai. Aveva anche dell’hashish nei jeans

1' di lettura
1350

carabinieri

Acquistava sigarette elettroniche online dalla Cina per poi rivenderle a un prezzo più alto.

Probabilmente anche ai compagni di scuola. Un’attività illecita, in primis perché i cosiddetti ‘svapo’ commercializzati erano privi del contrassegno dei Monopoli di Stato. È così che uno studente 18enne è finito nei guai, forse convinto di essersi inventato un business.

Invece, sabato mattina, durante un regolare controllo a Falconara da parte dei carabinieri di Collemarino, il commercio illegale è venuto a galla. Il giovane – un 18enne di Monte Porzio senza precedenti – stava probabilmente andando a scuola. All’alt dei militari ha subito mostrato un certo nervosismo. Insospettiti, i carabinieri hanno voluto capire le ragioni di un simile atteggiamento.

Dai controlli nella sua auto è emersa una quarantina di sigarette elettroniche Made in China e senza contrassegno. Non solo: il nervosismo era forse alimentato anche dal fatto di avere, nelle tasche dei jeans, anche una dose di hashish poi sequestrata. Da qui – oltre alla denuncia per il contrabbando di tabacchi – anche la segnalazione alla Prefettura e il ritiro della patente.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo


carabinieri

Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2023 alle 11:28 sul giornale del 28 marzo 2023 - 1350 letture